Subito inverno, domani arriva la NEVE: ecco i COMUNI!

Cari amici di meteovINS, spolverate giubbotti e sciarpe. Siamo nell’imminenza di un primo e “prematuro” assalto invernale.

Se si eccettuano rari episodi, quali l’irruzione memorabile dell’Epifania scorsa e quella altrettanto storica che portò tanta neve fin sul mare a Capodanno 2015, gli inverni degli anni 2000 sono stati quasi sempre caratterizzati da un avvio in sordina, anzi spesso proprio anonimo,  e da un parziale recupero di vitalità nella seconda parte, con episodi freddi relegati quasi sempre a febbraio e marzo.

Ebbene quest’anno il trend sembra cambiare. Le proiezioni mensili relative al mese di dicembre contemplano un assetto configurativo a scala continentale favorevole all’ingresso di aria fredda sul Mediterraneo, a causa di un anticiclone di blocco di natura oceanica ben strutturato, protagonista di frequenti sortite verso l’Islanda, in grado di innescare ripetute “discese artiche” sull’Europa meridionale. Ma non solo. Già nei prossimi giorni, dunque sul finire del mese, avremo modo di assistere alla prima avvezione d’aria fredda di stampo tipicamente invernale. Ma esaminiamo subito nel dettaglio le previsioni.

Si comincia domani, lunedì 27 novembre, quando intensi venti di Tramontana apporteranno un autentico crollo delle temperature su tutta la Sicilia e deboli nevicate fino a quote relativamente basse per il periodo sui rilievi settentrionali. Al mattino il limite delle nevicate oscillerà intorno ai 1200 m ma nel corso della giornata, complice un ulteriore calo termico, si assesterà intorno ai 1000-1100 m di altitudine, sebbene con precipitazioni in graduale attenuazione. Ciò significa che Floresta verrà imbiancata da questa prima irruzione artica 2017-2018, ma anche Cesarò, San Teodoro, Petralia Soprana, Troina, Capizzi, Geraci Siculo, San Mauro Castelverde, Santa Domenica Vittoria e Gangi assisteranno all’arrivo della neve. Poco più in basso (su Cerami, Maletto, Polizzi Generosa e Mistretta) si tratterà di neve mista a pioggia, a tratti rovesci di gragnola, a tratti veri e propri fiocchi, sebbene bagnati, dunque sotto i 1000 m sarà difficile registrare accumuli, se non di brevissima durata – e nel caso di – intense precipitazioni. Mentre una popolazione di oltre 40mila abitanti, quella dei comuni più alti di Nebrodi e Madonie si prepara alla visita della dama bianca, sulle aree centro-meridionali prevarrà il tempo soleggiato, ma la Tramontana e il freddo si faranno sentire eccome. Attenzione soprattutto alle temperature minime di martedi.

A seguire, dopo un generale rialzo termico atteso per metà settimana, da venerdì una nuova irruzione d’aria fredda potrà investire in pieno il Mediterraneo centrale. Ma su questo nuovo episodio avremo modo di tornarci con dovizia di particolari, fornendovi come al solito tutti i dettagli. Quel che è certo è che questi ultimi giorni di novembre e soprattutto la prima parte di dicembre saranno caratterizzati da temperature da fine gennaio, sicuramente non autunnali, dunque abbondantemente inferiori alle medie climatiche del periodo. Il proseguimento della fase fredda è un’ottima notizia per gli operatori sciistici di Etna e Piano Battaglia, specie in vista del weekend dell’Immacolata: le danze si apriranno domani, ma con buona probabilità ci sarà almeno un bis ben più corposo.

Cari amici dei comuni montani, preparate la legna, tanta legna!

Vincenzo Insinga

Be the first to comment on "Subito inverno, domani arriva la NEVE: ecco i COMUNI!"

Rispondi